Errore durante il parse dei dati!
MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

San Severino Marche, la rabbia del sindaco Piermattei a un anno dal terremoto

"Abbiamo fatto tutto quanto ci competeva ma non è stato sufficiente per far partire i cantieri"

1.671 Letture
commenti
Cantiere

“A un anno dal terremoto lascio urlare il silenzio dei cantieri e per un giorno sto zitta”. Il sindaco di San Severino Marche, Rosa Piermattei, a dodici mesi esatti dalle forti scosse è tornata, come ogni mattina da settimane ormai, a fare il giro dei più importanti cantieri della ricostruzione in città: prima quello dell’Itts, l’Istituto Tecnico Tecnologico Statale “Eustachio Divini”, e poi quello delle Sae, le strutture emergenziali che sono in fase di installazione, si è a metà dell’opera, nel rione San Michele.

“Oggi non commento– torna sull’anniversario del sisma il primo cittadino settempedano solo per aggiungere – Voglio però dire grazie a tutti i volontari e alle istituzioni per la vicinanza che ci hanno fatto sentire, e per l’aiuto che ci hanno dato, in piena emergenza. E voglio dire grazie alla popolazione per la dignità e la compostezza fino ad oggi dimostrate.

Nonostante il nostro sia stato il primo Comune a portare a termine più di 7mila controlli, a concludere da solo le demolizioni degli edifici pericolanti, a portare via praticamente tutte le macerie, ci ritroviamo bloccati e impotenti. Abbiamo fatto tutto quanto ci competeva ma non è stato sufficiente per far partire i cantieri.

Mi aspettavo che almeno la ricostruzione leggera potesse decollare e invece nulla. E’ per questo che oggi, un anno dopo, preferisco lasciare che sia il silenzio della ricostruzione ad urlare per scuotere, almeno, gli animi di tutti”.

 

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!