MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Situazione valanghe: possibili anche nelle Marche

Monitoraggio della situazione sul territorio del Parco dei Monti Sibillini

1.226 Letture
commenti
Monitoraggio situazione neve Monti Sibillini

Monitorare la situazione del manto nevoso per capire se possono esserci danni e gravi conseguenze. E’ questo ciò che hanno fatto due Carabinieri Forestali del Coordinamento Territoriale Carabinieri per l’Ambiente, insieme a due tecnici del Centro Funzionale Multirischi della Regione Marche per controllare la situazione nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini. Le finalità della missione sono di monitoraggio, valutando dall’alto lo stato nel manto nevoso presente. La missione è partita da Macerata, utilizzando un elicottero dell’Aereonautica Militare. Ha sorvolato le aree più critiche, in particolar modo le zone di Sarnano, Sassotetto e Pintura di Bolognola.

Monitoraggio situazione neve Monti SibilliniMonitoraggio situazione neve Monti SibilliniLa situazione valanghe sembra poter essere pericolosa in alcuni punti, come il versante del Monte Vettore, la valle del Lago di Pilato, l’abitato di Foce di Montemonaco e la Valle dell’Infernaccio. Un importante nota è dovuta alle quote più alte dove c’è la presenza di lastre di ghiaccio, che se si staccassero potrebbero provocare valanghe non indifferenti. Si è parlato anche di valanghe spontanee di media grandezza. Per di più si è cercato di quantificare la probabilità di slavine sulla Scala Europea di Pericolo Valanghe che va da 1 a 5, e per la zona marchigiana è stato stabilito un 3. Per il momento non sono state descritte criticità particolarmente gravi, ma si avvisano coloro che sono intenzionati ad andare in montagna a selezionare con attenzione i percorsi ed essere muniti di autosoccorso.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!