MacerataNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

L’intervista: il Rettore di Unicam garantisce che #ilfuturononcrolla

Flavio Corradini, Rettore dell'università di Camerino rassicura tutti i suoi studenti. "Dieci milioni in arrivo dal Ministero dell'Istruzione"

1.409 Letture
commenti
#ilfuturononcrolla, Unicam

Le parole del Rettore Flavio Corradini dell’Università di Camerino, che racconta la situazione della storica università. A qualche settimana dal sisma la città di Camerino mostra una situazione difficile, ma l’animo dei camerti e dell’Ateneo è forte e non demorde in questa situazione difficile. La ripresa delle lezioni al polo di Matelica di Veterinaria e  per gli studenti di Giurisprudenza fanno sperare in meglio.

Gli eventi sismici del 26 e del 30 ottobre hanno segnato un’Università molto importante non solo nel territorio marchigiano, ma in quello nazionale. L’Università di Camerino è un Ateneo che ha ricevuto un colpo molto forte e che cerca di rialzarsi il più velocemente possibile per garantire l’anno accademico agli studenti. Le lauree di informatica sono state solamente un primo passo, dietro il quale si celano molti sforzi da parte del comune camerte e della stessa università. Con 7000 abitanti e 9000 studenti, la forza di Camerino è proprio il suo Ateneo, per questo il Rettore Flavio Corradini e tutto il suo staff, con l’aiuto della Protezione Civile, delle Forze dell’Ordine e di moltissimi gruppi di volontari, stanno cercando soluzioni appropriate per i suoi studenti.

Il 14 novembre è giunta nella città, Stefania Giannini, Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della ricerca della Repubblica Italiana, la quale ha potuto vedere con i suoi occhi la situazione che vige nel comune ed ha promesso lo stanziamento di 10 milioni di euro. A raccontare tutto questo è il Rettore Flavio Corradini, un uomo di grande impegno che sta facendo il possibile per il suo Ateneo.

Flavio CorradiniQuanti studenti non hanno più la loro casa privata oppure l’alloggio universitario?

La stima degli studenti che purtroppo non hanno più un posto dove andare sono circa 1500 tra ragazze e ragazzi, comprendendo sia coloro che avevano un contratto di locazione privato e sia chi aveva a disposizione un alloggio universitario.

Quante strutture, aule e/o laboratori sono stati danneggiati con gli eventi sismici?

Circa una cinquantina tra aule e laboratori, per i quali si stanno cercando altre strutture più sicure per l’inizio delle lezioni. Ovviamente, la ripresa delle lezioni avverrà a Camerino.

Quando avverrà la ripresa delle lezioni?

Non posso esprimermi con assoluta certezza, poiché una risposta definitiva sarà emessa solo quando potrò garantire i posti letto a tutti gli studenti che ne necessitano uno. Spero soltanto che tra qualche settimana potremmo tornare ad essere operativi con tutte le lezioni, ricordando che Veterinaria è stata riaperta il 21 novembre mentre Giurisprudenza il 23.

Sono stati creati progetti in favore degli studenti per questa difficile situazione?

Certamente, abbiamo esonerato tutti gli studenti al pagamento delle tasse universitarie, è stato anche messo a disposizione tutto il materiale e-learning necessario ed è stata attivata la linea di comunicazione tra Ancona, Civitanova e Camerino, la quale comprende anche i paesi dell’interno.

Il 14 novembre a Camerino è giunta Stefania Giannini, Ministro dell’Istruzione, cosa è emerso da questa visita?

Il Ministro è arrivato a Camerino per vedere con i suoi occhi la situazione e soprattutto per prendere consapevolezza delle problematiche, soprattutto quelle maggiori. Ha promesso, inoltre, lo stanziamento di 10 milioni di euro per la nostra ripresa.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Macerata Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!